Una vegana in Irlanda! Cosa mangiare e come arrangiarsi …

HOWTH

Arrivati a Dublino verso l’ora di pranzo ci siamo diretti come prima tappa in un paesino di mare: Howth.

Dalle dimensioni e i ristoranti pieni di pesce le mie speranze di mangiare avevano già cominciato a diminuire.

Girottolando abbiamo trovato questo ristorante di pesce con opzioni vegane fortunatamente. L’ Abbey tavern è situata un tantino nell’interno, ma si presenta piacevolmente sia da fuori che da dentro.

L’unico piatto disponibile nelle portate principali era questo riso al curry con verdure, accompagnato da una salsa al mango che non potete ben vedere nella foto poiché si trova nascosta sotto al piatto. Un piatto abbastanza piccante e che mi ha riempito molto.

DUBLIN

Arrivati a Dublino sul far della sera, abbiamo cenato al Millstone dove ho dovuto prendere solo due contorni. Il cameriere, di nazionalità non ben determinata, non ci sapeva fare molto e questo è stato il risultato (foto). Tutto sommato il piatto anche se può sembrare misero era molto buono e ne sono rimasta abbastanza soddisfatta.

Per il secondo giorno a Dublino siamo andati in un ristorante vegetariano/vegano chiamato Cornucopia.
Ho preso tre insalate per non appesantirmi troppo e guardate come si presentano in modo carino e colorato, mangi con allegria.
La complicata procedura per scegliere e pagare il pranzo è risolvibile chiedendo ai camerieri che sono molto disponibili.

La sera siamo andati a cena al Brazen Head, che sembrerebbe essere il pub più antico di Dublino, o comunque così lo hanno presentato a noi.
Nel menù era presente un solo piatto vegano (tra l’altro servito con aggiunta di panna acida, ma fortunatamente a parte), da notare l’elemento preponderante del piatto che sono i fagioli: proteine venite a me!
Dovete amare il piccante però perché quel chilli ha fatto piangere un po’ di persone a tavola, anche se io l’ho retto fino alla fine.
L’ambiente è molto caratteristico, un pub come si deve.

Per il pranzo del terzo giorno siamo andati all’Happy Food, ristorante completamente vegano che si trova in una zona poco gradevole di Dublino… Camden Street. Sarebbe il ristorante dello Yoga Hub, un centro di yoga, che però è aperto a tutti.
Il posto è piccolo ma accogliente.
Ovviamente questo posto è attento alle proteine, elemento da tenere particolarmente sotto controllo nella dieta vegana ed infatti il burger all’interno di questo wrap (foto sottostante) è a base di fagioli, oltre che stupendamente buono (per non parlare delle salse e la cipolla caramellata!).

A cena ci siamo spostati di poco rispetto al nostro appartamento e siamo andati al Chameleon, uno stupendo ristorante indonesiano a Temple Bar. Il migliore dove abbia mangiato. Il menù può sembrare complicato, ma viene spiegato tutto dai gentili camerieri. Io ho preso il menù vegetariano, che poi era anche vegano, da 35€ (nelle foto non ci sono tutti i piatti).
Il panino al tofu e la zuppa alla curcuma con verdure erano eccezionali a mio parere.
Non fate caso alla qualità della foto, il locale è abbastanza buio. Inoltre il vassoio sulla sinistra non è vegano, solo quello sulla destra.

come ultimi giorno a Dublino, siamo andati a visitare la Guinness Storehouse. Abbiamo pranzato al quinto piano, dove ci sono alcuni ristoranti tra cui un self service, il cui nome non ricordo, che aveva anche opzioni vegane. Ho preso della quinoa con verdure e uvetta, delle patate arrostite al curry, un po’ di insalata e delle verdure bollite come contorno. Ovviamente, il tutto accompagnato da delle belle birre. Tutto delizioso!

ps: il mio piatto, quindi quello vegano, è quello in primo piano.

CORK

Arrivati a Cork, abbiamo cenato al Market Lane, in questo splendido centro. Il ristorante ha poche opzioni vegane e tutto nei contorni, il ché può far arricciare il naso, ma basta chiederli nella taglia di un piatto principale e non rimarrete delusi. Io ho preso la puy lentil and beetroot salad, tahini sauce, con aggiunta, sotto proposta del cameriere, di patate dolci e guardate cosa è venuto fuori , un piatto veramente fantastico in termini di gustosità e valori nutrizionali, da notare le lenticchie che sono l’ingrediente base di questo piatto che proprio per questo è molto proteico.

Non vi dico la bontà!

Consigliato 10 su 10!

KINSALE
Subito dopo ci siamo diretti a Kinsale, paesino a sud dell’Irlanda.

come pranzo siamo stati al Lemon Leaf, posto poco spazioso ma molto carino. Hanno un piatto vegano nel menù ed è ottimo, speziato al curry come la maggior parte di quelli che troverete in Irlanda da quel che ho potuto notare.
Proteico grazie ai ceci che sono l’ingrediente principale di questo burger con topping di funghi.

Abbiamo poi prenotato al Fishy Fishy per cena, ristorante con nessuna opzione vegana, ma abbastanza gentili da provvedere in caso di clienti con tale esigenza. Mi sono presa un risotto che alla fine è stato veramente buonissimo. Non fatevi ingannare dalla salsa bianca pericolosamente somigliante al formaggio che viene servita con il risotto, è tutto dairy-free. Inoltre è anche leggermente proteico visto la salsa agli spinaci.
Ps: non fatevi ingannare dalla brutta foto, il piatto era molto più invitante dal vivo.

Come pranzo del secondo giorno siamo andati al Bulman, accanto a Charles fort, una roccaforte che si trova su un promontorio qui a Kinsale, visitabile fino alle 18, dopodiché, come è abitudine irlandese, si può cenare così presto in questo colorato ristorante. Ho trovato un piatto vegetariano come al solito piccante e curryoso(?) ma molto buono e proteico.

Il giorno dopo ci stavamo dirigendo a Galway, ma prima ci siamo fermati a far visita al paesaggio mozzafiato delle Cliffs of Moher e perciò siamo fermati in un paesino con una carenza di ristoranti vegan friendly impressionante.
Mi son dovuta arrangiare di conseguenza: una banana, un arancio e una barretta della eat natural-extra protein con 8g di proteine che fanno sempre comodo.

GALWAY

Per la cena di questo primo giorno a Galway siamo andate al cinese in centro, uno street food dove ho preso una veggie salad, ovvero: foglie di insalata con 6/7 falafel e un po’ di salsa tahini(la salsa è a scelta). Niente di ché come insalata, mi aspettavo di più, ma i falafel erano buoni e in generale mi ha riempita, ma ho preso anche due involtini primavera con le verdure e 4 raviolini (“ini”, datemi retta) di verdure.
Mi dispiace ma non ho foto per questo piatto, ero così stanca e affamata che non ci ho proprio pensato.

Mentre il pranzo del secondo giorno a Galway è stato essenzialmente dei funghi e del cavolo. Al ristorante sulla via per il parco del Connemara non avevano NIENTE per i vegani e quindi mi sono fatta portare i contorni di altri piatti e un vassoio di patatine fritte che poi hanno mangiato un po’ tutti.
Non valeva la pena fare una foto al piatto, l’unica che ho è della mia ormai cara barretta salva pasto di cui ho parlato anche sopra (eat natural – extra protein)

Per la cena del terzo giorno siamo andati a The Quay Street Kitchen, ristorante piccolo ma preparato sul versante vegano. Il servizio è molto buono, le cameriere sono gentili e simpatiche. Lo consiglio veramente a chi si trovi a Galway.
Ho preso un panino al tofu con salsa hummus e contorno di insalata e patatine fritte, una delizia! Buono e tanto aha

Dopodiché hanno portato il menù del dolce e io come al solito ero sicura di non prendere nulla, invece! C’erano ben due dolci vegani, e che dolci! Una vegan apple tart e un vegan chocolate cheesecake. Pensandoci mi son detta, dove lo ritrovo un cheesecake vegano? E quindi ho fatto a metà con mia madre.

Qui finisce la mia avventura in Irlanda con la mia famiglia.

Spero di avervi dato degli spunti in caso vi ritroviate a visitare questo strabiliante posto che vi consiglio calorosamente. Tra l’altro sono le tappe più visitate per chi è nuovo sul territorio irlandese. Nonostante non sia sempre facile, non certo impossibile mangiare fuori, sia in ristoranti vegani che non. Inoltre il popolo irlandese è così gentile e disponibile che non si tirerà di certo indietro nel cercare di farvi sentire a vostro agio, qualsiasi esigenza abbiate.

Detto questo, vi auguro delle buone feste essendo periodo natalizio🎄🎁

Al prossimo post!

Annunci